La tecnologia alleata della salvaguardia marina

Da molti anni, a livello globale, si parla di inquinamento. Ad oggi la situazione sta visibilmente peggiorando: un elevato livello di smog ed una quantità esorbitante di plastica stanno invadendo il nostro pianeta danneggiandolo giorno dopo giorno. Così aumentano i rischi per coloro che abitano la Terra, aumentano infatti le malattie, diminuisce l’aspettativa di vita; muoiono piante ed animali. 

 

La situazione è critica. Come procedere? Ognuno di noi dovrebbe cercare, nel proprio piccolo, di compiere delle azioni quotidiane come diminuire notevolmente l’utilizzo della plastica o camminare a piedi o in bici per ridurre emissioni di gas. Anche la tecnologia, però, riveste un ruolo utile. 

 

Attraverso gli Autonomus Underwater Vehicles, è possibile identificare fonte, tipo, potenziale percorso e tendenza temporale di ciascun rifiuto marino. A partire da quest’invenzione tecnologica, si lavora sulla propria evoluzione sviluppando algoritmi che possano riconoscere (e magari anche raccogliere) una serie di rifiuti anche molto antichi e dunque deteriorati. 

 

ASSOCIAZIONI MARITTIME ITALIANE 

 

Oltre all’importante problema legato all’inquinamento, vi sono anche altre preoccupazioni, legate ad esempio alla politica marittima, da attenzionare. E’ per questo che nascono le associazioni come Assarmatori.

 

 Assarmatori nasce come nuova confederazione dei gruppi armatoriali operanti in Italia che per la prima volta configura un polo di forte rappresentanza per tutto il settore marittimo, anche internazionale, capace di generare occupazione in Italia. Inoltre, Assarmatori si apre alla partecipazione di gruppi armatoriali internazionali operanti sull’intero territorio nazionale che ricoprono altresì un importante ruolo all’interno del mercato del lavoro marittimo italiano.

In qualità di voce dell’industria marittima operante in Italia, noi lavoriamo per migliorare il nostro Paese e renderlo un luogo competitivo per tutte le attività connesse al mondo dei trasporti marittimi nonché al fine di favorire lo sviluppo della Blue economy. La nostra mission è quella di dare una solida voce professionale alla totalità delle imprese ad ogni livello istituzionale, sia nazionale che Europeo, nonché a livello internazionale.

 

OBIETTIVI DI SVILUPPO SOSTENIBILE

La comunità degli Stati ha approvato l’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile, i cui elementi essenziali sono i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS/SDGs, Sustainable Development Goals) e i 169 sotto-obiettivi, i quali mirano a porre fine alla povertà, a lottare contro l’ineguaglianza e allo sviluppo sociale ed economico. Inoltre riprendono aspetti di fondamentale importanza per lo sviluppo sostenibile quali l’affrontare i cambiamenti climatici e costruire società pacifiche entro l’anno 2030.

Nell’obiettivo numero 13, per rimanere in tema “marino”, si parla di inquinamento e sfruttamento eccessivo dei mari e degli oceani. Per questo è importante infatti conservare e utilizzare in modo durevole oceani, mari e risorse marine. Le acque diventano e diverranno ogni giorno più acide, la biodiversità rimarrà a rischio e la plastica aumenterà !  Tu puoi fare qualcosa! 

Per approfondire il tema, 

Leggi di più…

 

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-color: #89cc7a;background-size: initial;background-position: center bottom;background-attachment: scroll;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 550px;}